Pubblicato in: Portfolio

Comunque, Doduck…

Ebbene.

Mancano esattamente 15 minuti alla fine dell’ultimo giorno del mio stage.

Essendo, questa, la serata del Super Super Evento l’ufficio si è già svuotato da un po’ e tutti sono andati a prendere i posti di battaglia nella location di stasera.

Prima di lasciarmi qui da sola, a presidiare i telefoni in caso ci fossero conferme o disdette dell’ultimo minuto, Terin mi ha abbracciato e io le ho detto che, visto il suo stato molto interessante – lei sarà mamma fra qualche mese – lei (e solo lei) se vuole può continuare a chiedermi di sbobinare e tradurre cose impossibili anche quando sarò a casa, a farmi i fatti miei, lontano da Lavorandia.

Cilàn, la dura, la battagliera – con degli insoliti occhi lucidi – mi ha ricordato di lasciare a lei la mia chiavetta per il caffè al distributore automatico.

“Ma come, Cilàn, ma se tu il caffè non l’hai mai voluto, che dici che fa male, fa bruciare lo stomaco e non ti fa dormire. E se ho provato per mesi, ogni pomeriggio, a coinvolgerti nella mia pausa caffè, ma tu niente, e mi prendevi in giro che io ne bevevo troppi e sarei diventata una schizzata, e tutto il resto, e piuttosto, mille volte meglio i bastoncini di mela, e ora?”

“E ora non so, magari mi hai convinta… e non ridere, sono solo un po’ raffreddata!”

E Romtas, Romtas alla fine, dopo giorni e giorni di latitanza e di appuntamenti saltati, oggi pomeriggio si è affacciato nella nostra stanzetta:

“Ma, quindi?”

“Eh, quindi…”

“Sì, comunque Doduck, hai scelto proprio un brutto giorno per finire lo stage…”

“Eh, lo so, mi dispiace…”

“Che lo vedi che siamo stati tutti super indaffarati in questi giorni…”

“Già, è che non è che proprio abbia deciso io…

“Il Super Super Evento ci ha portato via un sacco di energie…”

“Sì, sì, lo so…”

“Cioè, era meglio se, che ne so, avessi deciso di andartene la settimana prossima..

“Beh, ma io…”

“Saremmo stati sicuramente tutti più tranquilli…”

“Sì, lo credo..”

“E avremmo avuto tempo, che ne so, di parlarne…”

“Di parlarne?”

“Comunque, Doduck,…”

“Sì?”

“Ero passato perché…”

“Sì?”

“Sei stata brava. Ci mancherai.”

Annunci

Autore:

Stagista a tempo pieno. Giura che non se lo meritava.

17 pensieri riguardo “Comunque, Doduck…

  1. L’ultimo giorno è sempre un po’ strano. Io lo vivo un po’ come se il tempo iniziasse a rallentare. Ormai quel che è fatto è fatto, e anche se si vorrebbe, non si può dare nulla di più. Non si sa mai cosa dirsi, come salutarsi, senza dire le solite frasi di circostanza, anche se quel “ci mancherai” in fondo al cuore da un immensa soddisfazione in una giornata di piena sospiri. In bocca al lupo per Doduck. Un abbraccio

    Liked by 3 people

    1. Sì, la giornata di oggi è stata proprio un po’strana e ancora non ho ben realizzato di aver davvero finito questo folle stage. E comunque il “ci mancherai” di Romtas, il temibile Romtas, è stato incredibile…:-)

      Liked by 1 persona

    1. Eheh grazie, ora che non hanno più una combina pasticci in ufficio, mi rimpiangeranno sicuramente, se non altro per la noia! E comunque non si libereranno di me troppo facilmente…credo che domani mattina telefonerò a Cilàn per controllare che si sia presa un buon caffè con la mia chiavetta 😉

      Liked by 1 persona

    1. Più che “ottimismo” lo chiamerei “serena rassegnazione di fronte a una sorte segnata da perenne sfiga stagistica”, però la sostanza è più o meno la stessa, credo! Crepi! 😉

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...