Pubblicato in: Portfolio

Elenco dei principali motivi che mi portano a credere che la vita sia bellissima, ma non oggi e non qui.

Venerdì pomeriggio in un ufficio semideserto. Pilush partito da una settimana. Neve.  Unico mezzo di locomozione: bicicletta. Neve e temperature esterne sotto lo zero. Frigorifero vuoto. Nessuna voglia di andare a fare la spesa. Residenza e rispettivo seggio elettorale a 500km di distanza. Bustine di the terminate. Cioccolato in casa terminato. Tulipani secchi nel vaso. Lista di cose da fare in aumento. Libri universitari intonsi. Dolori premestruali. Nessuno con cui condividere un sushi all you can eat. Autobus affollati. Ore troppo lunghe. Giornate troppo corte. Molti nemici. Poco onore. Pigiama morbido tra la biancheria sporca. Puzza indicibile che sale dalla doccia. Pilush lontano per le prossime due settimane. Mancanza di aumenti considerevoli nello stipendio appena arrivato. Neve. Nessuno con cui guardare Netflix sul divano. Biscotti finiti. Prosciutto finito. Capelli da lavare. Alberi spogli. Instagram. Amiche troppo impegnate per vedersi. Gente antipatica troppo libera di farsi vedere. Sacchetti biodegradabili che si rompono. Insistenti sms da Vodafone. La brutta faccia del proprietario di casa. Piedi freddi. Trasferta lavorativa programmata fra 4 giorni. Pioggia. Bidone della spazzatura da svuotare. Neve. Nessuna offerta di lavoro alternativa. Salatissima bolletta del gas. Nessuna concreta possibilità di vincere alla lotteria. Ascensore bloccato. Nessuno che voglia più passare la serata a giocare a Monopoli. Pulizie di casa rimandate da settimane. Neve. Nessuna torta in forno. Cassiera lenta. Discorsi politici qualunquisti. Persone nervose. Un sacco di lavoro da fare. Nessuna ispirazione. Email in attesa di risposta. Un sacco di strada da percorrere. Corso formativo obbligatorio per apprendisti. Labbra screpolate. Nessuna pizza in congelatore. Nessun minestrone in offerta. Emil che continua a raccontare del suo dolore alla gamba. Satti che brucia incenso per purificare la nostra aura. Nessuno con cui guardare l’ultima puntata di MasterChef scaricata. Centralinisti saccenti. Estetiste irraggiungibili. Peli ingestibili. Toni di voce sgradevoli. Stagione estiva troppo lontana. Vacanze pasquali non previste. Nulla di bello da guardare stasera in tv. Maglione infeltrito. Pioggia. A corto di passatempi. A corto di idee. A corto di stimoli. A corto di gioia. A corto di carta igienica. E di deodorante ascellare al borotalco. Supermercato lontano. Supermercato molto caro. Pilush che rimanda ancora il suo ritorno. Cassa d’acqua trasportata a piedi. Nessuno con cui condividere un kebab. Foto sfocate. Sessione scaduta. Caldaia lenta. Notti brevi. Sonno arretrato. Noia. Accidia. Tedio. Ansia. Fame. Freddo. Pipì. Doppie punte. Ultimo feedback ricevuto dal capo: “Doduck, questo materiale fa schifo.”

Linus pensieroso disegno da colorare gratis Charlie Brown Peanuts.gif

Annunci

Autore:

Stagista a tempo pieno. Giura che non se lo meritava.

44 pensieri riguardo “Elenco dei principali motivi che mi portano a credere che la vita sia bellissima, ma non oggi e non qui.

  1. Quando è così, si può solo aspettare che passi, ricordando i giorni belli. Oppure si cerca di scaricarsi con musica forte, oppure si guarda scenette su YouTube per verificare se in effetti non ci fanno ridere almeno un pochino, io scelgo le scene di Massimo Troisi.
    Abbi pazienza 💖

    Piace a 3 people

      1. Spero ti aiutino veramente per riprendere almeno il buon umore! 😊 poi verrà da sé, dopo il buon umore, riprendersi anche nel senso di prendersi cura di se stessi e dell’ambiente circostante. Ricordo dell’articolo in cui parlavi di Pilush che è un tutto fare, quindi posso immaginare come pesi ora tutto a tuo carico.
        Un abbraccio! 💓 seppur virtuale, e buona visione con il grande Troisi 😀

        Piace a 1 persona

  2. Non so se può servire, ma provo a lasciarti qui una sorta di playlist per momenti da schifo: The faith song di The Amazing world of gumball, qualsiasi canzone dei The Score e Not gonna break me di Jamie and Commons. Con me ha funzionato, almeno un pochino.

    Piace a 1 persona

  3. Neve. Uno spettacolo per gli occhi e per il cuore. Effetti collaterali. 45 minuti spesi ad aspettare l’autobus, con temperature artiche. La macchina ricoperta di lastre di ghiaccio, che nemmeno Frozen. L’albero caduto di fronte al cancello del tuo palazzo. L’albero ancora lì dopo giorni. Bonus. Centinaia di impegni che si accavallano l’un l’altro alla velocità della luce. A pranzo un panino al volo. Caffè che sa di carta…questi ultimi giorni invernali sono un po’così, si naviga tra centinaia di impegni cercando di non fare la fine del Titanic…speriamo nell’arrivo imminente della bella stagione, del sole, degli occhiali da sole e del mare! Nel frattempo una buona soluzione potrebbe essere un té o una cioccolata calda davanti a un bel film! in bocca al lupo! amazedtraveller07

    Piace a 1 persona

    1. Beh, anche a me solitamente piace la neve ma, in questo caso, capisco che non sono la sola a pensare che di inverno ne abbiamo ormai abbastanza! Mi metto subito a scegliere un bel film per la serata in solitaria… 😉

      Piace a 1 persona

  4. Quando mi capita di essere solo a casa, ogni tanto la sera risolvo così: pizza, ma con generi di conforto accanto (leggi: gelato). Ti assicuro che il buonumore ti torna in un batter d’occhio! 😉
    Ti abbraccio! ❤

    Piace a 1 persona

  5. Non posso fare a meno di notare che buona parte delle cose elencate possono essere cambiate con semplici gesti e un pizzico di iniziativa… secondo me il vero problema sta in quella parolina piccola piccola… “premestruale”…

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...