Pubblicato in: Portfolio

Buongiornissimo!

Dopo i giorni di totale accidia di cui vi raccontavo, causati dalla mancanza di Pilush, dalla mancanza di cibo, e dalla mancanza di gioia di vivere ho deciso che avrei dovuto passare un weekend all’insegna della leggerezza e serenità in modo da riprendermi un po’ in vista di una nuova settimana devastante.

E la mia idea di leggerezza e serenità non è molto complessa, a pensarci bene. Tanto più che fuori nevicava, ho deciso che la felicità sarebbe coincisa con il rimanere chiusa in casa, in pigiama, a dedicarmi a qualcosa di bello.

Ho optato dunque – in un primo momento – sulla cucina. Avevo immaginato di passare la mattinata a preparare torte e biscotti che sicuramente avrebbero aiutato.  Ho così iniziato a sfogliare ricettari e blog finché, vista la mancanza di slancio, di creatività e di ingredienti, non ho ripiegato su tre teglie di patate al forno con rosmarino ché non saranno come il cioccolato, ma in quanto a gusto, nulla da dire.Abbandonata l’opzione cucina, mi sono poi trasferita sul divano in cerca di un film o una serie tv degna di nota. Ho iniziato a vedere tre serie diverse e un pallosissimo film, optando per una regia americana, e poi italiana, e poi inglese, e poi indiana e rinunciando, infine, credendo non fosse davvero il momento adatto per la filmografia giapponese.

Ho pensato di chiamare qualche amica e invitarla per un the, un caffè, una merenda a base di patate. Nulla da fare: l’unica disponibile a incontrarsi ha provato a proporre di fare da lei, in quanto troppo raffreddata per raggiungermi. A quel punto – lo capirete – ho dovuto rinunciare o avrei dovuto davvero togliermi il pigiama.

Ho dunque annaffiato il tulipano secco, sperando tirasse fuori una nuova grinta e si riprendesse, almeno lui. Ho messo una lavatrice di soli capi bianchi che sono quelli che rimandi all’infinito perché non ne accumuli mai abbastanza e invece hanno una grande dignità, e arriva un certo punto in cui devi riconoscergliela. Ho scelto un libro a caso fra quelli della libreria e ho letto le prime dieci pagine finché il senso di colpa mi ha fatto chiaramente capire quanto fossi stupida a leggere cose a caso mentre ho innumerevoli tomi universitari che mi guardano seriamente offesi da sotto al fitto strato di polvere che gli si è accumulato sopra. Ho dunque riposto il libro.

Infine, pressoché esausta e pronta a ricadere in uno stato di vittimismo cosmico, ho deciso di aprire Facebook per invidiare un po’ i sabato bellissimi degli altri.

È a quel punto che, fra le notifiche, ho intravisto un invito strano. Un contatto di cui non ricordavo neanche l’esistenza mi proponeva di giocare a un coloratissimo videogame online.

Mi son detta che peggio di così non poteva andare e che, Doduck, ma davvero stai per scaricare un videogame online? Proposto da Facebook per di più? Mah sì, Doduck, in fondo l’accidia è difficile da combattere e poi non è detto che si debba per forza superare la soglia dei quarant’anni e aspettare di essere una tipa da “buongiornissimo, kaffè?” per concedersi questo che non è altro che un innocuo passatempo, no, Doduck? E poi hai cucinato 3 chili di patate e, con i pasti della settimana, praticamente puoi considerarti a posto, e hai annaffiato il tulipano e perfino messo la lavatrice, e sì, insomma Doduck, scarica dai, scarica e stai serena, che ti frega? Si vive una volta sola Doduck, scarica, mai nessuno verrà a saperlo.

E va beh, ve la racconto in breve: in questo videogioco sei un investigatore e non devi far altro che visitare varie stanze virtuali e, in ciascuna di queste, scovare degli oggetti nascosti.

Una cosa divertentissima, insomma.

Un bellissimo trip a cui dedicarsi per l’intero weekend.

Ok. Forse sono alla frutta.

O magari è solo che a volte la felicità sta nelle piccole cose, meglio se un po’ trash e con qualche bug (almeno finché non mi decido a comprare la versione pro 😉 ).

La-felicità-è-un-cucciolo-caldo.jpg

Autore:

Stagista a tempo pieno. Giura che non se lo meritava.

35 pensieri riguardo “Buongiornissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...