Pubblicato in: Portfolio

Quarto giorno di prigionia.

Viviamo ormai nel divieto assoluto di uscita. Divieto assoluto di socialità. Divieto assoluto di passeggiata. Divieto assoluto di messa in piega, ceretta o lezione di Pilates.

Ok, ok. E poi ci sono anche cose diverse rispetto alla vita di prima. Credo.

Ecco.

La spesa. Non si può più andare in coppia a fare la spesa. Solo uno per famiglia. Con guanti e mascherina. Questo vuol dire che non posso più mettermi lì fra gli scaffali e dedicare ore a valutare ogni prodotto, calcolare prezzi, promozioni, sconti. Ora va solo Pilush. Compra a sentimento e torna a casa.

Non moriremo per la febbre dunque, ma per i trigliceridi.

E poveri in canna.

Satti – che la sa lunga su come va il mondo – consiglia, in questi giorni di reclusione, di mangiare soprattutto verdure. Per purificare il fisico, eliminare tossine, e creare un ambiente sanificato e dunque ostile al virus. Buono anche legumi e cereali. Da tenere assolutamente alla larga grassi e zuccheri che portano solo gioia effimera, senso di colpa prolungato, e – su lungo periodo – la morte.

Sisch ultimamente, pur di contraddire Satti, appoggia il consumo sfrenato di bibite gasate e carne derivante da allevamenti intensivi. E figurarsi che 2 mesi fa, quando è stata assunta, era vegana!

Oggi Sisch e Satti hanno fatto una videochiamata di lavoro di 3 ore e 47 minuti.

Lo so bene perché connesse, in un angolino, c’eravamo anche io e la timida stagista Capci che non osavamo intervenire di fronte a cotanto fervore.

Le questioni? Sempre le stesse: Sisch fa delle considerazioni e Satti si giustifica. Sisch nota cose che non le piacciono e Satti si giustifica. Sisch apre bocca e Satti si giustifica. Sisch perde la connessione, si assenta per rispondere al telefono, si alza per fare pipì. E Satti si giustifica.

All’alba della quarta ora di videochiamata, ormai stremate, ci siamo salutate.

Poco dopo ho ricevuto, in privato, un messaggio di Sich: “La odio!”.

Poco dopo ho ricevuto, in privato, un messaggio di Satti: “Sto uscendo a fare la spesa. Ho bisogno di dolci. Andrò senza mascherina.”

Autore:

Stagista a tempo pieno. Giura che non se lo meritava.

24 pensieri riguardo “Quarto giorno di prigionia.

  1. Quarto giorno e una videochiamata di mezza giornata lavorativa. Non male. Ma hai ascoltato o detto qualcosa.
    Povero Pilush costretto a fare la spesa rischiando di beccarsi il virus e finire in quarantena.
    Però il morale è alto. Guardi fuori dalla finestra e lo smog è sparito.
    Forza, siamo tutti sulla stessa barca.
    Un sorriso

    Piace a 1 persona

    1. Durante la videochiamata sono intervenuta solo per lo stretto indispensabile a mantenere una certa incolumità.
      Lo smog in discesa è davvero l’unico punto a favore della situazione!
      Pilush sopravviverà…

      Piace a 1 persona

  2. Per fare la spesa, per non fare la fila, ho deciso che dovrò andare nel cuore della notte, quando non se lo aspetta nessuno, così li frego!
    Ma più di tutto a me sconvolge questa cosa che non si possono mettere le dita nel naso. Ma se me le lavo bene bene, le mani, prima e dopo, me le posso mettere? 😀

    Piace a 1 persona

  3. spesa a domicilio così siete più tranquilli sul non uscire (sui dolci non so perché anche a fare la lista lì messi per primi e ho dimenticato la frutta😅)
    Pilates e yoga ora molto utili: tutorial su internet e si possono fare a casa (chiediti a chiave on bagno) ma Pilush deve placcare Ciotti nel frattempo. Io dovrei fare addominali tutti i giorni per problemi fisici: il marito non c’era e mio figlio ha pensato di aiutarmi a farli saltandoci sopra…mi sembrava un allenamento militare di sopravvivenza. Ho provato con gli altri esercizi di stretching: idem con l’aggiunta che il nanetto qui era pure diventato un maestro di arti marziali alternato a ballerino di break dance di cui dovevo imitare le mosse. Siamo forti, mooooolto forti!!!😉

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...