Pubblicato in: Portfolio

Ventottesimo giorno di prigionia.

Qualche giorno fa, ve l’ho raccontato, abbiamo assistito a un pessimo tentativo di comunicazione interna in tempo di crisi da parte dei nostri superiori, Capo Ridens primo fra tutti.

Dopo quella videochiamata di gruppo a dir poco fallimentare che ha lasciato l’intero team dell’Azienda Ridens nello sconforto più totale per informazioni mancanti, lontananza dichiarata, sgomento dato da una solitudine forzata e prolungata (soprattutto per alcuni colleghi che vivono da soli) mi è venuta un’idea che – non potrete che essere d’accordo con me – aveva tutte le caratteristiche per essere la trovata del secolo, la svolta del mondo mondiale, o perlomeno una genialata per aziende sull’orlo di una scissione interna ai tempi del Covid-19.

Così, dopo aver titubato per una trentina di ore, ho preso il coraggio a quattro mani e ho scritto una email accorata con mittente l’intera mailing list dei dipendenti Ridens:

Cari colleghi tutti,

ieri, dopo una mezz’oretta dalla fine del nostro aperitivo online, ho notato tre persone ancora in videochiamata. Non so cosa ci facessero lì, a me son sembrate un po’ come quelli che rimangono a chiacchierare per strada, dopo che la festa è finita, perché hanno ancora voglia di stare in compagnia (forse avevano solo dimenticato di disconnettersi, ma non è questo il punto!).

Dunque mi è venuta un’idea per queste giornate a distanza in cui magari qualcuno si sente più solo, a volte spaesato dopo un corso sulla non-sicurezza in azienda, o semplicemente un po’ annoiato, o sull’orlo di una crisi di nervi per ascolto prolungato di Zecchino d’Oro (ma mi rendo conto che questa è una condizione che può toccare solo alcuni di noi). 

Questo è il link della call di ieri che da oggi potrebbe diventare il bar virtuale a cui chi vuole può accedere durante la giornata!

Il luogo in cui prendere un caffè insieme, o condividere la schiscetta tramite webcam, o in cui incontrarsi per raccontarsi qualcosa, aggiornarsi su come procedono le attività di lavoro o anche solo conversare sul meteo. 

Lo spazio è lì. Ci si può connettere a qualsiasi ora, anche senza darsi appuntamento, provando semplicemente a fare un salto e vedere chi c’è. Un po’ come succedeva al Bar dell’Azienda Ridens, appunto.

Che ne pensate? Magari sarà bello!
Doduck

Un’idea davvero geniale. Ve l’ho detto. Che se non fosse nata dall’ultima dei dipendenti Ridens ma dalla mente di qualche Responsabile HR sarebbe rimbalzata sui vari canali aziendali di tutto il pianeta, avrebbe vinto premi, e conquistato il mondo. Ne sono certa.

Una trovata talmente sorprendente che ha lasciato, appunto, tutti molto sorpresi.

È evidente.

Se no non si spiegherebbe il silenzio che ha portato con sé e che è durato per un’intera settimana. Sette lunghissimi giorni che quasi riuscivano a convincermi del fatto che quella super idea, in realtà, non se la fosse filata nessuno.

Poi, oggi – quando ormai, dopo un primo momento di onnipotenza, ero tornata a sentirmi un’inutile apprendista – ecco dal nulla un’email di Capo Ridens risvegliatosi, chissà come, dal torpore:

Doduck.
Stai davvero invitando tutti i tuoi colleghi a passare le proprie giornate al bar?
Forse dovrei licenziarti.
Eppure, non so bene perché, ma mi sembra un’ottima idea.
E brava Doduck!
Peanuts 2018 giugno 25 - Il Post