22 pensieri riguardo “Cinquantottesimo giorno di prigionia.

  1. vedi, ha scoperto di essere portato per l’agricoltura, non è mai troppo tardi se deciderò di cambiare mestiere, chissà, magari alla fine di questa lunga quarantena decide di mettere su un’azienda agricola 😉

    Piace a 1 persona

  2. A leggere di questa vostra svolta bucolica mi torna sovente in mente – è più forte di me – “Due di due” di Andrea De Carlo, precisamente la seconda parte del libro (che è molto meno bella della prima). Se non l’hai mai letto, leggilo. 😉

    Piace a 1 persona

  3. il lavoro nei campi o con le piante ti riconnette profondamente con la natura e con soddisfazioni più autentiche di quelle del lavoro di Lavorandia. Purtroppo solitamente non si ha il tempo di sperimentare tutto ciò o non si ha lo spirito adatto. Grande Pilush!

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...