Pubblicato in: Portfolio

Sogni di gloria

“Pronto Puad, come stai? Come vanno le cose all’Azienda Ridens?”

“Ehi, Doduck! Che bello sentirti! Qui va tutto benone, siamo pieni di lavoro ma ce la caviamo.”

“Mi spiace, so che Capo Ridens ha appioppato a te anche tutta la mia parte.”

“Oh sì, ma non preoccuparti.”

“Mi preoccupo, invece. Quello che ti ha fatto non è giusto!”

“Cosa intendi?” Continua a leggere “Sogni di gloria”

Annunci
Pubblicato in: Portfolio

Di lunedì

Mannaggia Pilush, ‘sta gravidanza mi distrugge, ora ci mancava l’incontinenza. Sì, ti ho detto, un minuto e vengo a letto! Fammi solo prendere degli slip asciutti, questi sono zuppi e ne ho già cambiati due paia in cinque minuti. Acque? Ma quali acque! Incontinenza, ti dico, è segnalata fra gli effetti collaterali dell’avere un pancione così grosso. Acque? Dici? Ma non può essere, a quest’ora, e tu domani devi lavorare, e mancano ancora 8 giorni alla scadenza, e la valigia del parto, la valigia non è ancora pronta, non credo si siano rotte le ac….ahi, Pilush, la pancia. Continua a leggere “Di lunedì”

Pubblicato in: Poesie, Portfolio

Dolce Attesa

Ti dicono: “guarda, farà un po’ male,
ma è niente in confronto alla gioia che sale.”
Ti dicon: “la vedrai e poi passerà tutto”,
e tu intanto pensi soltanto al prosciutto.

Ti dicono: “ferma, non ti strapazzare!”,
ma anche: “cammina, o tenderai ad ingrassare”.
Ti dicono: “rilassati, impara a respirare,
e non dimenticarti il massaggio perineale”. Continua a leggere “Dolce Attesa”

Pubblicato in: Portfolio

Poteva essere l’uomo della sua vita

“Mannaggia, Doduck, è successo di nuovo…”

“Cosa Satti? Che ti è successo?”

“L’amore…avevo di nuovo trovato l’amore…

“Ah, ecco.”

“E invece no.”

“Oh, mi spiace.”

“Credo lui non vada bene per me, nemmeno stavolta.”

“Perchè, cos’ha che non va? È di nuovo un macellaio che attenta al tuo veganesimo?

“Ma no, Doduck, che dici!”

“E allora è di nuovo troppo basso per i tuoi gusti?”

“No, no, anzi, avrebbe proprio la giusta altezza!”

“Ma stavolta siamo almeno sicure che sia un uomo, e non tua madre?

“Ma certo, Doduck. Stavolta si trattava proprio di un uomo in carne e ossa, alto al punto giusto, e pure muscoloso!

Continua a leggere “Poteva essere l’uomo della sua vita”