Pubblicato in: Istanze, Portfolio

Cara Trenitalia, ascolta a mammà!

Cara Trenitalia,

era effettivamente da un po’ di tempo che non sentivo più la necessità di scriverti una delle mie lettere.

E tu avrai pensato fosse tutto finito fra noi, ché ormai che sono diventata mamma mi fossi messa l’anima in pace. Che avessi smesso con queste pretese da giovane pendolare spensierata. Che, anzi, mi mancasse il tempo e la voglia per far polemica.

Ebbene, pensavi male: eccomi qui.

È vero, diventando mamma cambiano tante cose. In parte anche il modo di viaggiare. Ho smesso, per esempio – lo capirai – di prenotare viaggi su Blablacar.

Ho preso invece, molto più spesso, a fare lunghe traversate dell’Italia in macchina – io, Pilush e Ciotti da soli – macinando infiniti km di autostrada, di giorno e di notte, per interminabili ore, allungate anche dalla necessità di fare un numero indefinito di soste per poppate/pipì/rifornimenti/cambi/fame/pianti.

Poi, a un certo punto, ho pensato che – perché no – avrei potuto darti una chance e anzi, cercare di ricostruire il nostro rapporto messo più volte a dura prova, sfidandoti su una nuova e ostica materia: viaggio in treno con neonata. Continua a leggere “Cara Trenitalia, ascolta a mammà!”

Pubblicato in: Portfolio

Vita intensa, felicità a momenti

Gennaio, primo lunghissimo mese dell’anno, sta per finire.

Vorrei dunque fare un attimo il punto di quanto fin qui successo, e vorrei condividerlo con voi che – non so per quale masochistico motivo – sembrate seguire le mie vicende quasi con interesse. (Il motivo potrebbe, in effetti, avere a che fare con la sfiga stagistica che mi perseguita e, beh, se così fosse: non è carino da parte vostra. Ve lo dico.)

E comunque… Continua a leggere “Vita intensa, felicità a momenti”

CartaFRECCIA Young fino a 30 anni

Ehi! Un attimo!

Ma voi ve lo ricordate come avevo preso male, all’alba del mio 26esimo compleanno, la scoperta di non poter avere più neanche un centesimo di sconto dalla terribile Trenitalia?

No?

Andate a rileggere un po’ qui: Carta Freccia Young fino a 26 anni

E dire che già prima, con la malefica azienda accumula ritardi, non avevo un buonissimo rapporto. Cliccate qui per credere. Ma allo scoccare dei 26 anni era stato proprio un bruttissimo colpo, oltre che una delle cose che hanno contribuito a farmi sentire improvvisamente vecchia. (Le altre qui).

Ebbene.

È con enorme sorpresa e grandissimo piacere che vi comunico che Trenitalia ha appena annunciato di aver prorogato l’età utile a usufruire dei suoi sconti, dai 26 ai TRENT’ANNI.

4 bellissimi anni in più.

Una breve tratta per un trenino, una lunga tratta per l’umanità.

Grazie, Trenitalia. Grazie!

A nome mio, e di tutti gli altri stagisti fuori sede (sfigati sempre, ma oggi un po’ meno).

 

donald-duck-2.jpg

Pubblicato in: Istanze, Portfolio

CartaFRECCIA Young fino a 26 anni

Non un giorno di più. Giuro. Provate a prenotare un treno a 26 anni e due giorni. Fatto? Ci avete provato? Beh. Io sì. E niente. Non funziona. Sono spacciata.

Praticamente ho perso anche quel poco sconto che, fino a qualche giorno fa, la magnanima Trenitalia mi concedeva. E pensare che in tanti mi avevano già depennato dalla lista sconti all’alba del mio 25esimo compleanno.

Trenitalia e Alitalia, fino ai 26, non un’ora di più.

Poste Mobile? The Space Cinema? Musei? Teatri? Banche? Per questi e per molti altri non si sopravvive al quarto di secolo.

Mannaggia.

Cari enti, care aziende e cari fornitori di servizi tutti, mi rivolgo dunque a voi:

Continua a leggere “CartaFRECCIA Young fino a 26 anni”

Pubblicato in: Istanze, Portfolio

Cara Trenitalia…

Cara Trenitalia,

passiamo insieme, ormai da mesi, quattro o cinque ore al giorno. Passo più tempo con te che con la mia famiglia o i miei amici. Anzi, a ragionarci bene, passo anche quasi più tempo con te che con Pilush. E, sinceramente, io credevo – almeno all’inizio – che noi avremmo potuto avere un buon rapporto. Io avevo tanta fiducia in te, addirittura da acconsentire, ogni mese, a sottoscrivere un abbonamento ai treni regionali, nonostante tutti i consigli e gli ammonimenti degli scettici che mi dicevano che mi avresti fatta impazzire.

Ebbene. Purtroppo, cara Trenitalia, è confermato. Tu mi fai impazzire. Continua a leggere “Cara Trenitalia…”