Fare Sport – Primo Round

“Ehi, Pilush…”

“Che c’è, Doduck?”

“Penso sia arrivato il momento che io mi iscriva in palestra..”

“Penso sia un’ottima idea.”

“Ehi. Aspetta un attimo.”

“Che c’è?”

“Cosa intendi?”

Cosa intendo con cosa?”

“Hai detto: Penso sia un’ottima idea. Intendi dire che mi trovi grassa.

“Non l’ho mai detto, Doduck.”

“Non l’hai detto ma l’hai pensato.”

“Smettila Doduck. Penso sia un’ottima idea. È sempre un’ottima idea decidere di fare un po’ di movimento.”

“Ma io ho sempre fatto movimento nella mia vita!”

“Sì, ma negli ultimi anni non stai facendo più nulla.”

Ma se vado a lavoro ogni giorno in bici!

“Sì, ma poi più nulla.”

“Parli bene tu, che fai il freelance e con tutto quel tempo libero puoi dedicarti agli hobby quando più ti pare e piace.”

“Fare il freelance non vuol dire avere “tutto” quel tempo libero.”

“Io sto chiusa in ufficio 8 ore al giorno, quando credi potrei trovare il tempo per andare in palestra?”

“Beh, a maggior ragione sarebbe bello però se tu lo trovassi. Ti farebbe bene.

“Ah! Lo vedi?! Tu pensi che io stia male!”

“Ma no Doduck, stai benissimo. Dico solo che magari ti aiuterebbe a svagarti un po’. A rilassarti dopo l’ufficio.”

“Ma cosa dici? Non ho assolutamente bisogno di rilassarmi! Non ho bisogno di niente!”

Ma allora perché hai esordito parlando di palestra?

“Zitto Pilush. Finiamola qui.”

 

clipdonstamp.gif

Annunci
Pubblicato in: CV

Puad

Puad è paffuto e riccioluto. Sui capelli neri ha sempre qualche residuo bianco, forse forfora, forse briciole, non saprei.

La voce di Puad inizia grave e finisce acuta, a ogni frase. A volte tende per questo a diventare fastidiosa, ma solo a volte.

Puad è arrivato nell’Azienda Ridens circa un anno fa, un mese dopo di me. Solo stamattina ha finalmente firmato il suo contratto di stage. Ma a Puad non interessa. Puad è un tipo tranquillo e senza troppe pretese. Appassionato di trash e cultura pop anni ’90, è amico di tutti qui. Passa da un ufficio all’altro, facendo qualche battuta o raccontando qualche suo aneddoto e riesce così a intrattenere chiunque, dalla signora che fa le pulizie ai tre capi che – di fronte a cotanta purezza e spontaneità – non possono far altro che farsi due risate da dentro le loro cravatte. Per lo stesso motivo, Puad è il re del gossip aziendale. Sempre aggiornato su ciò che accade, detiene le confidenze di tutti e ogni tanto si lascia scappare più del dovuto creando scompiglio fra gli uffici.

Puad è disponibile ma un po’ pigro, dunque quando può sparisce. Si dilegua. Finge di poterci essere, ma poi scompare. Gli capita soprattutto quando si tratta di fare lavori corporei, che ne so, spostare scatoloni, allestire sale. Puad, sempre ovunque e in mezzo a tutto, ha proprio una capacità innata nel capire quando è il momento di non farsi trovare. Continua a leggere “Puad”

Di possibili partner e altra brava gente

Non è – davvero – che io non voglia scrivere su questo Blog. È proprio che ogni volta che decido di mettermici gli astri si scombinano e si verificano cataclismi per cui, alla fine, non riesco più a trovare un po’ di tempo, non tanto per scrivere, ma per vivere proprio.

Che poi uno pensa che la vita da ufficio sia tranquilla. Beh, la mia no.

Io, per esempio, in ufficio sto sempre a incontrare gente. Tanta gente.

Continua a leggere “Di possibili partner e altra brava gente”

Pubblicato in: Portfolio

CartaFRECCIA Young fino a 26 anni

Non un giorno di più. Giuro. Provate a prenotare un treno a 26 anni e due giorni. Fatto? Ci avete provato? Beh. Io sì. E niente. Non funziona. Sono spacciata.

Praticamente ho perso anche quel poco sconto che, fino a qualche giorno fa, la magnanima Trenitalia mi concedeva. E pensare che in tanti mi avevano già depennato dalla lista sconti all’alba del mio 25esimo compleanno.

Trenitalia e Alitalia, fino ai 26, non un’ora di più.

Poste Mobile? The Space Cinema? Musei? Teatri? Banche? Per questi e per molti altri non si sopravvive al quarto di secolo.

Mannaggia.

Cari enti, care aziende e cari fornitori di servizi tutti, mi rivolgo dunque a voi:

Continua a leggere “CartaFRECCIA Young fino a 26 anni”

Pubblicato in: Portfolio

Promozione Felicità

Sabato mattina, a sorpresa, è tornato Pilush.

A pseudo-sorpresa, diciamo, ché la sera prima, per telefono:

– Dove sei? Che stai facendo? Mi pare di non sentire più in sottofondo rumore di mare, sole, cuore, amore,..

– Ok, Doduck. Mi arrendo. Sto preparando le valigie. Parto domani, torno a Lavorandia.

– Davvero? Oddio, Pilush! Che meravigliosa notizia!

– Doveva essere una sorpresa.

– Oh, ma lo è. Una bellissima sorpresa.

– Ma se hai già scoperto tutto…

– Non importa Pilush. Dormirò fino a tardi e quando aprirai la porta, mi troverai sorpresa.

Continua a leggere “Promozione Felicità”

Pubblicato in: Portfolio

Saper essere convincenti

Da circa un anno curiamo un progetto per un cliente con sede a trecento km da Lavorandia, cliente molto ostile per di più, che per ogni sopralluogo e valutazione vuole avere qualcuno di noi presente in loco in modo da poterlo spremere di persona e seduta stante, al sorgere della minima criticità.

Di solito è uno dei tre capi a immolarsi per la causa, ché per pezzi così grossi questo e altro, e ogni tanto serve anche metterci la faccia. Una certa faccia.

Beh, ieri invece qualcuno ha deciso che la faccia, tutto sommato, ce l’avrei potuta mettere anche io. E la cosa è andata più o meno così:

Continua a leggere “Saper essere convincenti”

Pubblicato in: Portfolio

Apprendista capo del mondo

Lo so, lo so. Sono passati mesi dall’ultimo post, un tempo esorbitante e inaccettabile per chiunque, figurarsi per chi si occupa di comunicazione e compagnia bella, ché la frequenza è tutto e l’importante è essere costanti, e puntuali, e l’engagement, e la serialità, dove la lasci la serialità?

Ma tant’è. È che sono stati mesi intensi, tra i più pieni che abbia vissuto. E si sa, il tempo vola “quando ci si diverte”!

Continua a leggere “Apprendista capo del mondo”

Pubblicato in: Portfolio

Oh, mamma!

“No, Pilush, la mia mamma ci mette la farina O, quella per pizza”.

“Sì ok, Doduck, ma la mia mamma ci mette anche un po’ di quella di semola, io proverei.”

“La mia mamma però fa quella specie di fontana, sul ripiano di marmo. Aspetta, dammi qua, fammi provare.”

“Ma noi non abbiamo un ripiano, tanto meno di marmo.”

“Ah. Già. E allora?”

Continua a leggere “Oh, mamma!”

Pubblicato in: Portfolio

L’importante è avere un piano

“Ciao Doduck, quando ci presenti il tuo piano d’azione?”

“Ehm. Salve, Capo Ridens, come sta? È bello vederla passare da queste parti, ogni tanto.

“Sì, sì, Doduck. È bello anche per me. Dicevo, vorrei che tu mi aggiornassi sul tuo piano d’azione. Anzi, no. Vorrei che tu aggiornassi me, Capo2 e Capo Supremo riguardo al tuo piano d’azione. Potresti convocarci in un giorno di questa settimana.

“Convocarvi? Io? Un attimo, Capo Ridens. Cosa intende di preciso con piano d’azione?”

“Eheh, ma come cosa intendo, Doduck. Il tuo piano. Sei qui da quasi due mesi, ormai. Ti sarai fatta un’idea del tuo ruolo e di come svolgerlo, no?”

“Sì, sì. Cioè. Un attimo. No.”

Continua a leggere “L’importante è avere un piano”

Pubblicato in: Portfolio

Procrastinare danneggia gravemente la salute

Avete presente il dolce procrastinare di dicembre, l’allegro rimandare ogni scadenza, ogni bega e ogni impegno a dopo le feste? Avete presente la sensazione di tranquillità data dalla convinzione che poi, da gennaio, tutto sarebbe filato liscio come l’olio? Avete presente quando, a pochi giorni dal Natale, avete deciso di interrompere ogni attività nel punto esatto in cui eravate arrivati, concentrando le poche energie rimanenti per imbottirvi di panettoni e fare maratone di Netflix? Avete presente l’Anno Nuovo, quella cosa che solo un paio di settimane fa sembrava bellissima, soprattutto perché ancora tanto lontana? 

Beh. Ecco. Mi dispiace dirvelo, ma l’Anno Nuovo è arrivato proprio stamattina. E a vederlo da qui, più che una svolta, sembra una merda.

Continua a leggere “Procrastinare danneggia gravemente la salute”