Pubblicato in: Portfolio

Ventinovesimo giorno di prigionia.

“Aiuto, Doduck.”

“Che succede, Pilush?”

“Sono molte di meno.”

“Cosa?”

“Le persone! Oggi ho scoperto che sono molte di meno! Ti rendi conto?!”

“Ah, sì, ho visto, la curva ha iniziato a scendere! Che te ne pare?”

Una tragedia assoluta.”

“Uhm. Sì, certo. Ma magari ora si inizierà a intravedere una luce in fondo al tunnel…”

“Certo che per noi partite iva non ci sono proprio più tutele.”

“Lo so, è dura, ma vedrai che se il numero continua a diminuire si risolve tutto.”

“Ah, sì, certo. Se continua a scendere finisce tutto. Questo è poco ma è sicuro.”

“Tieni duro ancora un po’.”

“Tengo duro, ma è tosta, credimi. Ogni volta sembra andare per il verso giusto e poi alla fine, niente.”

“Ma ora siamo sulla buona strada, te l’ho detto.”

“Ma quale buona strada, Doduck? Il numero è importante!

“Abbi pazienza ti dico.”

“Sì, pazienza. Ancora…”

“Se va avanti di questo passo, non potrà che esserci un lieto fine!”

“Ma che dici, Doduck? Se va avanti di questo passo nel giro di poco finirò per essere completamente disoccupato.”

“Il contagio diminuisce e tu finisci disoccupato?”

“Il contagio? Quale contagio?”

“In che senso quale contagio? Il numero di persone contagiate da Coronavirus. Sta diminuendo…”

“Ah, davvero? Mi fa piacere. Ma ora che c’entra?”

“Come che c’entra?”

Che c’entra con il calo del numero di iscritti al corso online sulla creatività che avrei dovuto tenere a partire da domani!?

“Ah.”

“E che probabilmente, per l’ennesima volta, verrà annullato.”

“Ti riferivi al corso.”

E a cosa, se no?

“Mah, hai parlato di numero calante, sai pensavo…”

“Pensavi?”

“Mah, sai, il virus…”

“Ma quale virus? Eddai, Doduck. Concentrati, ché la questione è grave! Possibile che tu sia sempre fuori dal mondo?“.

 

esperto

 

Pubblicità